venerdì 28 dicembre 2012

Lontano

LONTANO

Sono sul fuso di New York
o sono semplicemente fuso?
Mentre il buio copre
ogni angolo di vita,
sorge l’alba sui miei dubbi.

Un’ansia di fuga
spinge la mente lontano da qui,
lontano da me, da ogni ruga.
Poi mi immagino diverso,
potrei essere migliore,
vivo quello che non c’è
e dimentico il grigiore.

Immagini in contrasto
scorrono veloci sul vetro,
le osservo senza capire,
le guardo senza agire,
ma la tentazione è forte.

Sono sul fuso di San Diego
o sono semplicemente fuso?
Mentre il silenzio soffoca
vivaci risate della sera,
il rumore è assordante in me.

Un’ansia di fuga
spinge la mente lontano da qui,
lontano da me, da ogni ruga.
Poi mi immagino diverso,
potrei essere migliore,
vivo quello che non c’è
e dimentico il grigiore.


Sono lontano
e non sono mai partito,
non so spiegarla ma è voglia di infinito.







Ho un grande desiderio di fare ordine nella cascata di parole che mi attraversa. Ho bisogno di una diga e provo a costruirla qui. Faccio un saluto a chiunque passerà e avrà voglia di fermarsi e confrontare i propri pensieri con quelli che affollano la mia semplice  e comune vita.