domenica 6 gennaio 2013

Con affetto!


FROM: A FRIEND
(MITTENTE: UN AMICO)

Ok, I’ll lend you my fears
so you’ll realize that 
are the same as yours
and you’ll feel less stupid.

Then, I’ll lend you my secrets
just to show you that
people can still be trusted
beside their faults.

I’ll give you my silly jokes
because I know
they make your day,
even though you deny it.

I’ll give you my time
when you are too bored
and you just need to 
hang out with anyone.

But I’ll borrow your laugh
and its contagious joy
and I’ll put it away
for my blue days.

I’ll borrow your strength
when I’m not sure
I’m doing right and
I feel I’m losing myself.
  
 --- 

D’accordo, ti presterò le mie paure
così ti accorgerai che
sono le stesse tue
e ti sentirai meno stupido.

Poi ti presterò i miei segreti
solo per mostrarti che
ci si può ancora fidare delle persone
nonostante i loro difetti.

Ti regalerò le mie battute sceme
perché so
che rallegrano la tua giornata
anche se non lo ammetti.

Ti regalerò il mio tempo
quando sarai troppo annoiato
e avrai bisogno soltanto
di uscire con qualcuno.

Ma prenderò in prestito la tua risata
e la sua gioia contagiosa
e la metterò da parte
per i miei giorni neri.

Prenderò in prestito la tua forza
quando non sono certo
di fare la cosa giusta
e sento che sto perdendo me stesso.



Oggi parole leggere eppure impegnative, che raramente pronunciamo ad alta voce con le persone a cui teniamo di più. Che poi va bene anche così, purché traspaiano dai nostri gesti, dalla vita. Non voglio scadere nelle frasi fatte alla "non date mai nulla e nessuno per scontato!" perciò mi fermo qui e lascio a voi le riflessioni.