domenica 14 luglio 2013

Verso l'ignoto

NON SMETTERE DI CREDERE

Ingiustificabile come
la condanna di un innocente
è la piega che talvolta
il destino prende
contro ogni aspettativa.

Incomprensibile come
un teorema incompleto
è la mente di chi
mi vive accanto
ma dentro logora.

Insostituibile come
i primi ricordi d’infanzia
è il  progetto per il futuro
pensato e costruito
con amore sincero.



Ogni tragedia, qualunque sia la sua entità, scatena una reazione a catena di riflessioni. La profondità immensa generata da un triste avvenimento contiene quesiti essenziali, talvolta privi di risposta, tuttavia vitali e indispensabili. Domande sulla vita e la morte, sulla felicità e il dolore. Dedicata a tutti i giovani prigionieri di se stessi. Don't stop believing.